Ricerca veloce

Età compresa

da
a

Altezza compresa

da
a

Figli

lingua straniera

Ricerca per numero identificativo

Perché le donne ucraine e russe vogliono sposare uomini occidentali

Perché le donne che vivono in Ucraina, Russia e nei Paesi della CSI vogliono sposare uomini occidentali

In breve: perché è stato loro insegnato che per essere felici hanno assolutamente bisogno di un marito, ma nel loro paese non possono trovarlo.

In Russia, Ucraina e Bielorussia c’è la convinzione che una donna possa trovare la felicità solo nella famiglia.

Non avrà alcuna soddisfazione nel fare carriera o seguendo le sue passioni, ma solamente sposandosi e facendo figli.

Politicamente questo approccio permette alla minoranza maschile di tenere la maggioranza femminile sotto controllo, di limitare la vita di una donna ai doveri di casa e ai propri interessi (la donna deve farsi bella per il marito). In politica le donne non sono rappresentate e il maschilismo viene socialmente accettato.

Le madri single vengono costantemente esortate dai loro conoscenti a trovare un marito. Se non vogliono avere un compagno, viene loro ripetuto senza scrupoli che non hanno valore sociale perché non sono riuscite a sposarsi.

  • A 22 anni, una ragazza non ancora sposata viene considerata meno virtuosa.
  • Se una donna dà alla luce un figlio solo a 25 anni, è ufficialmente una ‘mamma anziana’.
  • Se a 30 anni non è ancora sposata, viene considerata una vecchia zitella.

Lo standard culturale e sociale per le donne in Russia e Ucraina è quello di trovare un marito, sposarlo, dare alla luce dei figli e poi prendersi cura della famiglia.

All’uomo viene chiesto di prendersi cura della famiglia dal punto di vista economico. Per colpa di una società che non accetta l’indipendenza femminile, non importa se una donna ha studiato e fatto carriera: senza un marito non vale nulla.

Le ragazze vengono cresciute con l’idea che tutto ruota intorno alla ricerca di un uomo. Molte credono di dover nascondere la loro intelligenza, il loro talento e le loro capacità e non guadagnare troppo, altrimenti rimarranno sole.

Infatti, accanto a una donna così ambiziosa, un uomo si sentirebbe a disagio. Che uomo vorrebbe mai una donna più intelligente o che guadagna di più di lui?

In un certo senso, il matrimonio con uno straniero rappresenta anche un passo verso la libertà, attraverso il quale donne ucraine e russe possono superare la rigida struttura sociale del loro paese e far valere i loro talenti e le loro capacità. Tuttavia, la motivazione principale che le spinge a cercare un marito all’estero rimane ancora quella di realizzarsi nel ruolo di mogli e madri, quindi non per fare carriera.

La situazione demografica aggrava la situazione

Da punto di vista demografico, dai 30 anni d’età in poi ci sono più donne che uomini. Il rapporto tra uomini e donne è di 86/100 in Russia e di 85/100 in Ucraina. Non bisogna essere esperti, per capire che per una donna di 30 anni ancora single riuscire a sposarsi diventa ancora più difficile.

Morti premature della popolazione maschile sono la causa di questa disparità demografica. In Russia e Ucraina, su cento nascituri più della metà sono maschi (vedi il rapporto tra uomini e donne negli stati, Wikipedia).

Le principali cause di morte prematura negli uomini sono il consumo di alcol, gli incidenti e i problemi di salute. L’aspettativa di vita media per gli uomini è di soli 62 anni in Russia e 63 in Ucraina.

In confronto:

  • in Italia l’aspettativa di vita per gli uomini è di 80 anni, ben 18 anni in più.

Rispetto a 10 anni fa, l’aspettativa di vita degli uomini è diminuita sia in Russia che in Ucraina, aumentando quindi ancora di più lo squilibrio demografico tra popolazione maschile e femminile.

Per le donne russe e ucraine trovare marito sarà sempre più arduo!

L’importanza del matrimonio per le donne russe e ucraine

Il motivo per cui le donne dell’Est vogliono sposare uomini stranieri è lo stesso delle donne occidentali: essere presenti l’uno per l’altro nella buona e nella cattiva sorte, amarsi a vicenda e prendersi cura l’uno dell’altro. Nell’Europa dell’Est il matrimonio ideale è ancora sempre quello del “finché morte non ci separi” e il divorzio è considerato come il fallimento della propria vita.

Per la donna il matrimonio non rappresenta solo un contratto che sancisce l’amore tra due persone, ma anche uno status sociale necessario per venire rispettate. Una donna sposata è socialmente più accettata rispetto alle sue amiche single, perché significa che è riuscita a farsi scegliere da un uomo. Una ragazza di 25 anni ancora nubile viene considerata poco valida perché non è stata in grado di farsi portare all’altare. Alle donne viene fatto un vero e proprio lavaggio del cervello, convincendole che l’unico scopo della loro vita sia trovare un marito.

Una donna russa ci scrive:

“E’ ovvio quali sono le cose più importanti della vita: al primo posto per una donna ci sono la famiglia e i figli. Se non li ha, allora sono gli uomini e il lavoro.

Per gli uomini sono il lavoro e le donne. Più chiaro di così!”

Un’altra donna scrive:

“Credo che sia la famiglia la cosa più importante. Una donna dovrebbe trovare un uomo come si deve, avere dei figli e prendersi cura di loro per tutta la vita. C’è un motivo se si è donna, ed è per farsi amare e sentirsi amata. Anche se alcuni dicono che non è così… ma è la verità!”

E ancora:

“Per come la vedo io, la cosa più importante è mettere al mondo un figlio, trovare un uomo che mi ami e passare felicemente con lui il resto della mia vita”.

Perché le donne dell’Est non vogliono sposare gli uomini dei loro paesi

Sì che lo vogliono! Ogni giorno donne ucraine e russe hanno relazioni con i loro connazionali e li sposano. Tuttavia, una tipica donna ucraina spesso non riesce a trovare un uomo da sposare per suoi motivi personali (studio o lavoro, aspettative alte, insicurezze, difficoltà a comunicare, ecc.).

Man mano che invecchiano, l’indice demografico della loro fascia d’età cambia e le donne si ritrovano in maggioranza rispetto agli uomini, incontrando quindi difficoltà a trovare qualcuno con cui avviare una relazione seria.

Le donne ucraine e russe scelgono di rivolgersi a un’agenzia d’ incontri internazionale quando non hanno possibilità di trovare un uomo nel loro paese.

E’ difficile che una persona sogni di sposare uno/a straniero/a. Ma se con gli uomini del posto non possono avere relazioni durature e tanto meno sposarsi, le donne iniziano a guardarsi intorno.

Dopo aver raggiunto i 25 anni, alcune donne si disperano perché ancora nubili e in molti casi prendono la decisione affrettata di sposarsi con giovani di 18-20 anni, che il più delle volte le lasciano dopo pochi anni. La partecipazione del padre all’educazione dei figli si limita solitamente al pagamento degli alimenti e a visite sporadiche. Prendersi cura dei figli insieme alla donna è non rientra nei doveri degli uomini russi e ucraini, infatti i bambini vivono solitamente con le madri. Una donna con dei figli è considerata una sorta di “oggetto di seconda mano” e ha pertanto meno possibilità di risposarsi.

Cosa rende gli stranieri interessanti per le donne dell’Est

L’idea diffusa che le donne ucraine e russe sposino uomini occidentali solo per trasferirsi in un altro paese è totalmente sbagliata. Se così fosse, gli uomini non dovrebbero fare ripetuti viaggi in Ucraina per trovare moglie, perché le donne acconsentirebbero a sposarsi con uno straniero in ogni istante.

Non è però così semplice.

La verità è che, vivendo in un paese con condizioni di vita migliori, gli uomini occidentali appaiono interessanti agli occhi delle donne dell’Est, ma solo perché possiedono quelle qualità che le donne ucraine stimano in un partner: fedeltà, capacità di occuparsi della famiglia, rispetto verso la propria donna. Tuttavia, le donne ucraine hanno anche un metro di giudizio diverso per quanto riguarda la differenza d’età, il livello di istruzione e il desiderio di avere figli nel matrimonio.

La differenza principale sta nel livello delle esigenze: quello che consideri normale nel tuo paese può magari essere un sogno per chi vive in Ucraina o in Russia.

Esempi:

  • Lo stipendio minimo in Italia è circa 1000 euro.
  • Lo stipendio minimo in Ucraina è di 3200 grivna (= 103 euro)
  •  

Differenze sociali:

  • La maggior parte degli uomini occidentali non tradisce le proprie compagne. In Russia e in Ucraina invece gli uomini tradiscono le mogli regolarmente oppure di tanto in tanto.

    Un marito vero non tradisce mai la sua adorata moglie.

  • Nei paesi occidentali è normale che l’uomo aiuti la donna nelle faccende di casa, mentre in Russia e in Ucraina è una vera rarità.
  • La maggior parte degli uomini in Russia e in Ucraina abusano di alcol, una delle principali cause di morte precoce. Anche se l’Ucraina non è l’unica nazione a presentare questo problema, la situazione in questo paese è davvero drammatica.
  • Le violenze domestiche sono un grande problema nei paesi dell’Ex Unione Sovietica. Ogni anno in Russia 14.000 donne vengono uccise dai loro partner o da membri della loro famiglia. La polizia preferisce tenersi lontana dalle questioni famigliari e non esistono sistemi di protezione contro la violenza sulle donne.

La maggior parte delle donne russe e ucraine subisce violenza di genere o conosce situazioni di abuso all’interno di una relazione.

La società promuove il controllo degli uomini sulla popolazione femminile. Ad esempio, la stragrande maggioranza delle donne russe e ucraine vede la gelosia come un segno d’amore e crede che un uomo che non accetta un loro “no” sia veramente interessato a loro.

Il modo di vivere e le norme sociali per una donna russa o ucraina ricordano la situazione delle donne occidentali negli anni Cinquanta. Così come le donne europee all’epoca avevano meno diritti, oggi le russe e le ucraine sono portate alla sottomissione, anche se ufficialmente c’è parità tra uomini e donne.

Anche se nei paesi dell’Europa dell’Est hanno tutti dispositivi moderni come computer, telefoni cellulari, internet illimitato, ecc., la maggior parte delle persone vive in piccoli appartamenti e utilizza i mezzi pubblici per recarsi al lavoro. La recente crisi economica, che ha dimezzato il valore sia del rublo russo che del grivna ucraino, non ha fatto che aggravare la situazione, facendo aumentare i prezzi in ogni settore e lasciando invariati i redditi famigliari.

Gli stipendi attuali dei funzionari statali ucraini sono solo 200-300 dollari al mese.

In una tale situazione, in cui una delle principali preoccupazioni delle donne è quella di trovare un marito valido, un candidato dell’Europa occidentale con un reddito annuo di 30.000 euro appare proprio come il principe azzurro, perché:

  • Può offrire sicurezza per una futura famiglia, cosa che non vale per la maggior parte degli ucraini.
  • E’ in generale meno aggressivo e più gentile.
  • E’ pronto a sposarsi, mentre molti ucraini preferiscono convivere.
  • Non considera una donna di 25-30 anni vecchia e non ritiene i suoi figli (se ne ha) un problema per la relazione.
  • Non è alcolizzato.

C’è da stupirsi se alle donne russe e ucraine un simile individuo appare come un uomo straordinario, indipendentemente dal suo aspetto?

Un uomo con questi requisiti e con un’età adeguata non avrà problemi a trovare una compagna ucraina!